Silvio Coccaro - I racconti del focolare

Autore: Silvio Coccaro
Titolo: I racconti del focolare
Editore: L’ArgoLibro
Anno di pubblicazione: 2014
Numero pagine: 214, a colori
Copertina: a colori, cartoncino rigido brossurato
Formato: 14,5x21

Progetto grafico: Silvio Coccaro

Introduzione di Milena Esposito

Codice ISBN 978-88-98558-02-5
Prezzo di copertina euro 15,00
Spese di spedizione euro 5,00 
Per info, per ordini e per contattare l’autore: silvio@silcosoft.it

 

L’antefatto – l’autore che legge ai nipoti i propri racconti, accanto al camino, in una giornata invernale che prelude a una nevicata – “ci apre” a una lettura originale, sorprendente, ricca di riferimenti tutti da scoprire.

I dieci racconti che fanno parte di questa raccolta hanno un respiro larghissimo, e lo comunicano immediatamente al lettore. Le pagine si colorano di una sapienza particolare, nutrita dagli sterminati spazi siderali e da quelli (apparentemente) piccoli di un cuore che pulsa o di un gesto che appartiene alla memoria. Passato e futuro s’intrecciano mirabilmente, ne “I racconti del focolare”, perché lo sguardo dell’autore riesce a spaziare moltissimo, grazie alla potenza trasmessa dal pensiero scientifico e da quello umanistico, che qui si incontrano e dialogano.

Silvio Coccaro amalgama ingredienti che stimolano la curiosità, il lettore che si lascia prendere dalla lettura viene trasportato in un mondo in cui i confini spaziali e temporali sono al tempo stesso ben delineati e labili: è la “magia” dello sguardo allargato dell’artista, che sa spaziare dal dialetto che va scomparendo alle astronavi del futuro, dal “piccolo” gesto quotidiano fermato grazie allo scrittore a scenari vastissimi che ci fanno rendere conto di quanto sia enorme il potenziale di sviluppo (e di possibile distruzione…) dell’uomo.

Come ha sottolineato Milena Esposito nell’introduzione, “questo libro ha in sé una forza gravitazionale. Mette in moto la fantasia del lettore, lo istruisce, lo fa riflettere, lo diverte… insomma, lo attrae!”

E l’accento va posto anche sugli intermezzi, tra un racconto e l’altro, dei dialoghi tra zio e nipoti, piacevoli e gradevoli nell’accompagnare il lettore: la letteratura diventa narrazione orale che “si materializza”, racconto sempre valido e ricercato, fino a quando ci sarà chi sa raccontare.

Prefazione e recensioni